Member Login
Lost your password?
Not a member yet? Sign Up!

Ricostruire l’Afghanistan

26/02/2012
By Monica Mazza

Un ruolo fondamentale, quindi, per la rinascita economica e sociale della provincia di Herat, gestito dal PRT con una struttura congiunta civile e militare composta ad oggi da un distaccamento del 3° Reggimento Bersaglieri, e da una componente Cimic del Cimic Group di Motta di Livenza. All’interno della struttura operano anche esperti civili e diplomatici del Ministero degli Affari Esteri, assicurando in tal modo anche lo svolgimento di ogni necessaria opera di raccordo con le autorità centrali e con l’Italia.

Lo scopo primario del PRT è quello di contribuire alla creazione di un contesto stabile e favorevole entro cui possano operare le autorità politiche ed amministrative locali, le organizzazioni internazionali, nazionali, governative e non, al fine di permettere lo sviluppo in sicurezza ed armonia di tutte le programmate infrastrutture e delle attività di ricostruzione, di transizione politica e di miglioramento economico e sociale.

Il ruolo del PRT è strettamente collegato alle decisioni del Governatore della Provincia di Herat, che attraverso il Capo Dipartimento dell’Economia valuta i progetti più urgenti per lo sviluppo su base annuale. Una volta individuati i progetti, ed approvati dalle controparti istituzionali italiane, i progetti vengono finanziati dal Ministero della Difesa italiano e condotti sotto la supervisione del PRT di Herat.

Il PRT segue dunque lo svolgimento dei progetti dalla fase dell’approvazione sino al loro completamento, collaborando e supportando le autorità locali e allo stesso tempo monitorando i progetti durante la fase di realizzazione.

Il PRT italiano di Herat ha sempre seguito nel corso del tempo il principio dell’”Afghan First”, dando responsabilità alle autorità locali nella scelta dei progetti prioritari al fine di favorire la crescita di un tessuto economico autoctono. Questo principio, peraltro, si inserisce nella logica del progressivo trasferimento alle autorità locali afgane di ogni prerogativa nella gestione dello sviluppo e della sicurezza.

Il PRT, inoltre, affida tutti i lavori di realizzazione dei progetti a ditte afgane locali, monitorandone l’operato e la qualità dei lavori, favorendo massicciamente l’occupazione ed alimentando progressivamente la creazione di un tessuto professionale specializzato.

Il PRT è attualmente impegnato nella realizzazione di 43 progetti, inerenti la sanità, l’educazione, le infrastrutture, l’agricoltura, il sociale e la governance. In ordine di tempo, tra i progetti di maggiore impegno, si deve senza dubbio ricordare la nuova aerostazione civile dell’aeroporto di Herat, inaugurata ai primi di febbraio del 2012 e costata 600.000 Euro interamente finanziati dall’Italia.

Altri progetti di particolare importanza sono stati l’ospedale pediatrico completato nel 2007, il ponte Karta e il carcere minorile nel 2008, il ponte nella Zirko Valley a Shindand nel 2010, oltre a numerosi progetti minori che hanno interessato la realizzazione di strade, pozzi, impianti fognari, impianti idrici, ambulatori, e decine di altre infrastrutture ad uso della popolazione della città di Herat e delle aree rurali della sua provincia.

 

Share

Leave a Reply